Cenni storici

La Biblioteca di Lettere e Filosofia viene istituita nel 1971, con sede al piano terra di Palazzo Tassoni-Mirogli, in via Savonarola, 27.  Nel dicembre 1980 viene dedicata al professor Amleto Bassi, docente di psicologia e preside della Facoltà nell'Anno Accademico 1978-79, che aveva attivamente operato nella realtà ferrarese.  Diviene da subito una struttura centralizzata di servizi per le strutture di ricerca e didattica della Facoltà, prima Magistero poi Lettere e Filosofia. Il suo patrimonio documentario si è nel tempo arricchito con numerose donazioni e lasciti.

A seguito del sisma del 20 e 29 maggio 2012 e dei conseguenti danni subiti dal Palazzo Tassoni-Mirogli, la Biblioteca ha parzialmente modificato l'utilizzo degli spazi interni e l'accesso ai depositi è limitato ad 1 ora al giorno.

La collezione

La biblioteca dispone di una raccolta documentaria di circa 130.000 volumi, 300 periodici correnti e un ricco settore multimediale costituito da migliaia di dischi e CD musicali, DVD (film, opere ecc.) e microfilm. Il patrimonio documentario interessa i settori dell’area umanistica: letteratura, linguistica, lingue straniere, filosofia, storia, storia delle arti, teatro, cinema, musica.

La Biblioteca conserva inoltre i fondi librari di pregio di Anatomia UmanaBotanica e Lettere e Filosofia, che fanno parte delle Collezioni di interesse storico dell’Università di Ferrara, come il fondo storico dell'Arcispedale Sant'Anna di Ferrara attualmente in comodato presso l'Ateneo.